Selezioni

Selezioni

In occasione della ricorrenza del rastrellamento del Ghetto di Roma (16 Ottobre 1943), l’artista Filippo Riniolo presenta al MAXXI l’opera performativa Selezioni. Curato da Francesco Cascino e Micol Di Veroli, il progetto prende le mosse dallo sconcertante episodio della selezione ad Auschwitz.

Autore
Filippo Riniolo
Tecnica
Performance 30 minut
A cura di
Francesco Cascino e Micol di Veroli
Prodotto da
Artscapy e Studio 33
Riprese e montaggio
Simone Vacca e Luca De Benedetti
Con il patrocinio di
Comunità ebrica di Roma

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Il progetto "Selezioni" prende le mosse dal terribile episodio della selezione ad Auschwitz, narrato da Primo Levi in  "Se questo è un uomo". Di fronte a un ufficiale nazista, i prigionieri correvano mentre quest'ultimo, in pochi istanti, decideva del loro destino, spostando semplicemente a destra o a sinistra la scheda che gli veniva consegnata. Un atto di banale burocrazia che tracciava la linea tra la vita e la morte, per bilanciare gli inumani conti del campo. Questo, tuttavia, costituisce il fulcro della riflessione di Hannah Arendt sulla "banalità del male", che non risiede solo nel mostro al potere, ma si manifesta anche in queste azioni quotidiane alle quali dobbiamo opporci con fermezza. 

A questo gesto - terribile nella sua disarmante semplicità - Riniolo sovrappone un'altra forma di gestualità, quella dell'interfaccia tecnologica dei social media, allo scopo di farci riflettere su quanto la follia dei campi di sterminio non sia lontana da noi. 
App social come le storie di Instagram e le app di incontri ci impongono continuamente di "selezionare" le persone in base a pochi dati sintetici. E il nostro gesto le colloca a destra o a sinistra, a seconda che ci piacciano o meno. Questa sovrapposizione solleva interrogativi nei fruitori sul fatto che anche loro, come tutti noi, compiano un gesto che invece di alimentare le relazioni, disumanizza. L'app che scorre sul cellulare dell'artista è stata programmata in modo che solo i nomi delle 8 persone che si sono salvate scorrono a destra, mentre tutti gli altri, morti nei campi di sterminio, scorrono a sinistra. Proprio come su Tinder. 
Quando le persone vengono ridotte a schede, a numeri, si crea il presupposto per un lager. E lo notiamo in quanto siano disumanizzanti i bollettini di guerra con le cifre dei morti che ogni giorno sentiamo.

L'altro elemento protagonista dell'opera è la voce. L'opera accompagna il gesto di scorrere tutti i 1022 nomi e le relative date, proclamandoli ad alta voce. La lenta lettura di tutti i nomi evoca un rosario laico. I nomi si perdono nella loro cantilena, come un mantra che fa perdere il significato delle parole e si concentra solo sul suono. Tuttavia, la lettura di questi nomi restituisce anche l'elemento dell’ordine di grandezza: possiamo comprendere una morte, una decina di morti, ma solo ascoltando per mezz'ora i nomi di tutti i deportati possiamo davvero percepire quanti siano mille morti. Poiché sono elencati in ordine alfabetico per cognome, per diversi minuti si sente lo stesso cognome, rivelando l'enormità delle famiglie spazzate via. La voce, in questo caso, svolge altre due funzioni essenziali: ribalta il campo di sterminio, in cui il nome veniva cancellato e sostituito da un numero sul braccio. Ma soprattutto, la voce svolge la funzione di memoria: la tradizione orale, la memoria dei popoli, si è tramandata proprio attraverso la voce, nel proclamare e ripetere nomi e genealogie

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXISelezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI, Con la presidente della comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello

A questo gesto -terribile nella facilità in cui si compie- Riniolo ha sovrapposto un’altra gestualità, quella contemporanea dell’interfaccia tecnologica dei canali social, con lo scopo di farci sentire emotivamente l’orrore dello sterminio, innestandolo nei dispositivi digitali del quotidiano.

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

La performance è preceduta e introdotta da un talk con la partecipazione dei rappresentanti della Comunità Ebraica, i curatori e l’artista.

introduce
Bartolomeo Pietromarchi Direttore MAXXI Arte
intervengono
Ruth Dureghello Presidente Comunità Ebraica di Roma
Mario Venezia Presidente Fondazione Museo della Shoah
Francesco Cascino curatore
Micol Di Veroli curatrice
Filippo Riniolo artista

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI, Bartolomeo Pietromarchi, direttore del MaXXI arte

L’opera è stata realizzata grazie al sostegno di Artscapy e Studio33

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI, con Luciana Castellina

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI, Con Mario Venezia, direttore del museo della Shoa di Roma

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI, Con Francesco Cascino

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI

Selezioni, Filippo Riniolo, performance 30 min, museo MaXXI Selezioni, Filippo Riniolo, 2021, Performance, 30 min, museo MaXXI